Navy Seals Training

NAVY SEALS TRAINING

l’unico tuo limite sei tu



LA SOPRAVVIVENZA

Per tecniche di sopravvivenza si identificano tutte le quelle procedure che una persona può utilizzare o tenta di utilizzare in una situazione di pericolo per salvare sé stesso o gli altri, soddisfando di fatto le necessità di base per la vita umana come: l’acqua, gli alimenti, un ricovero o la difesa istintiva, il tutto imponendosi di mantenere la calma o la capacità di ragionare in modo lucido. Soddisfatti i bisogni primari si arriva a quelli secondari che si possono riassumere in: ricerca di aiuto, analisi e controllo della situazione, strategia e questa fase, proprio per l’elevato utilizzo del pensiero e del ragionamento razionale, si ottiene solo quando si è abbastanza certi di essere usciti dalla prima fase. Proprio sulla base di questi studi, il seminario internazionale che terremo il 5 e 6 maggio in provincia di Venezia, permetterà ai corsisti di misurarsi con le proprie capacità, i propri limiti e, comprendere a fondo quali dovranno essere i punti su cui ognuno di noi dovrà lavorare per migliorare. Il tutto per raggiungere un livello di preparazione fisica e mentale superiore.



TEMI DEL CORSO


DIFESA PERSONALE

Con il termine difesa, intendiamo tutto ciò che ci permetta di evitare degli scontri, controllare le situazioni, dominare gli eventi e “manipolare” le condizioni avverse, con la finalità di proteggerci e di proteggere gli altri. Quindi prima di ogni altra cosa difesa significa controllo e gestione della situazione, significa analisi e alla fine azione. La difesa con scontro fisico dovrebbe essere solo l’atto finale, indispensabile alla risoluzione di un conflitto dovuto all’insuccesso delle azioni preventive o alla non attuazione delle stesse. Saper analizzare le dinamiche, i contesti in cui operiamo e quindi adottare una strategia di difesa, ci permette di avere la lucidità necessaria per difenderci in sicurezza e con la massima efficacia. Difesa: protezione o salvaguardia diretta a respingere offese o annullare i dannosi effetti di condizioni e situazioni più o meno svantaggiose o pericolose per se stessi o per gli altri.

  1.    Analisi (per comprendere i fattori)
  2.    Controllo (per condurre le fasi successive)
  3.    Strategia (propedeutica all’azione)
  4.    Azione (volta alla risoluzione del problema)

MILITARY GAMES

Per Military Games si intendono tutte quelle attività previste dai protocolli formativi delle forze armate e nello specifico da tutti quei corpi militari identificati come “speciali”, in cui si prevedono prove singole e di gruppo sia fisiche che mentali. I Military Games sono procedure di addestramento che portano il soggetto ad essere sottoposto a prove fisiche miste alle prove di stress psicologico, tutte prove che in certi corpi speciali hanno una risonanza importante dal punto di vista dell’impatto sul soggetto, ma che, se rivisti e riparametrati, divengono moduli formativi adatti a tutti quegli operatori che sicuramente non saranno mai coinvolti in conflitti bellici, ma che allo stesso tempo corrono dei pericoli o ne potrebbero correre. Con il giusto mix tra i protocolli militari e le nuove tecniche psicologiche per l’induzione di stress, i Military Games sono in grado di far vivere a pieno l’esperienza formativa e commutarla in spunti operativi utili nella vita quotidiana, sia per un soggetto operativo che per un soggetto non operativo.

TEAM BUILDING

Il teambuilding indica specifiche metodologie volte a sviluppare sinergie e supporto tra individui che vogliono raggiungere lo stesso obiettivo. La sua attività si focalizza nello sviluppo di una strategia basata sull’identità di ogni componente del gruppo. Utilizzata con successo negli USA, si applica per ottenere una miglior coesione e maggior collaborazione fra i soggetti coinvolti, analizzando i singoli individui coinvolti, le loro peculiarità, le loro caratteristiche e le loro ambizioni. Può essere definito esperienziale in quanto fa vivere in prima persona le “esperienze” ai partecipanti che vengono sollecitati attraverso lo scambio e il contatto con gli altri in un clima d’interazione. Questo porta il teambuilding ad essere uno strumento oltre che di formazione anche d’incentivazione. Vivendo in prima persona tale esperienza, l’apprendimento di determinate tematiche verrà immagazzinato nella memoria a lungo termine, permettendo ai soggetti coinvolti di sfruttare tale apprendimento anche a distanza di molto tempo e soprattutto nel momento del bisogno.


DOCENTI


AVI NARDIA

Ex maggiore delle forze armate israeliane (IDF), uno dei massimi esperti a livelli internazionale di antiterrorismo, istruttore di forze speciali come la SWAT. Creatore del moderno sistema di difesa personale KAPAP.

FABIAN GARCIA

Argentino, istruttore dei NAVY SEALS sud americani sia per quanto riguarda le tecniche di sopravvivenza che per il combattimento corpo a corpo che per la gestione e controllo in ambienti ostili.

PIER PAOLO IBBA

Istruttore e certificatore CONI nell’ambito delle arti marziali, responsabile tecnico e rappresentate per l’Italia del KAPAP, nonchè operatore specializzato in close protection per conto della SPI.

BILIATO DENIS

Esperto in analisi comportamentale, studioso delle limitazioni fisiche e mentali derivanti da situazioni di stress, applicate delle tecniche di distorsione percettiva per lavori sotto stress.



QUOTE DI ADESIONE

1 Mezza Giornata

50
    •      tecniche di difesa
    •      simulazioni di stress
    •      military games
    •      team building
    •      tecniche di sopravvivenza
    •      controllo mentale
iscriviti

2 Mezze Giornate

100
    •      tecniche di difesa
    •      simulazioni di stress
    •      military games
    •      team building
    •      tecniche di sopravvivenza
    •      controllo mentale
iscriviti

3 Mezze Giornate

120
    •      tecniche di difesa
    •      simulazioni di stress
    •      military games
    •      team building
    •      tecniche di sopravvivenza
    •      controllo mentale
iscriviti

* ogni corsista, in base alla propria preparazione e volontà, potrà seguire lo stage a livello BASE, MEDIO o AVANZATO.

Ogni livello sarà idoneamente supportato dagli istruttori.


LOCATION

INDICAZIONI Tutte le indicazioni stradali e le altre informazioni legate al seminario, verranno spedite tramite email solo a coloro che si saranno registrati ed avranno dato la pre-adesione.

N.S.T.



PARTNERS


DSA ITALIA
CONDOR COMBAT


PRIVACY POLICY


CERT. UNI 29990

SAD per l’erogazione dei propri servizi di formazione e nello specifico per l’erogazione dei moduli TPO, per garantire un servizio di qualità certificata a livello europeo, quindi superiore allo standard normalmente erogato, richiederà a tutti i corsisti la compilazione di questionari e moduli, sia prima del corso che alla fine. Tale procedura prevede la massima tutela e riservatezza del dato raccolto e la finalità di tali dati è quella di analizzare sia le aspettative che il grado di soddisfazione finale. La documentazione e gli audit saranno verificati e certificati da Bureau Veritas.

VISITA MEDICA

Ogni corsista, all’atto dell’iscrizione dovrà presentare idonea documentazione comprovante una sana e robusta costituzione fisica rilasciata dal proprio medico curante o da qualsiasi specialista autorizzato a tale rilascio. Ogni corsista dovrà compilare, firmare e spedire via email o fax, il nostro questionario compilato in tutte le sue parti, pena la non accettazione al corso.


PER INFORMAZIONI

SAD INTERNATIONAL

Per Informazioni e prenotazioni +39 02 871 588 63 formazione@sad-international.com

10 + 13 =

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *