ISTRUTTORE DI TIRO PROFESSIONALE

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

SAD International in qualità di Organismo di Verifica di ICMQ Spa, ente di certificazione con al proprio interno la Business Unit CERSA, ha permesso a nuovi candidati di certificare le proprie competenze come Istruttori di Tiro Professionali.

ESAMI DI CERTIFICAZIONE – ISTRUTTORE DI TIRO

Certificazione delle competenze

Certificare le proprie competenze tramite un ente terzo significa dimostrare di avere conoscenza, competenze ed abilità specifiche in un settore specifico. Nel nostro caso nell’ambito dell’Istruttore di Tiro


Vuoi maggiori informazioni sullo schema di certificazione e sul campo di applicazione della certificazione come Istruttore di tiro professionale

COME SONO ANDATI GLI ESAMI

Venerdì 24 giugno 2022, presso il campo di tiro Shooting Club di Vedelago, in provincia di Treviso (Veneto), alcuni candidati si sono presentanti per sostenere l’esame teorico e successivamente quello pratico per ottenere la certificazione delle competenze come Istruttore di tiro professionale.

La certificazione, in base al livello richiesto dal candidato e al livello confermato o rivalutato del comitato che ha validato le richieste, era strutturata in 3 livelli: Istruttore, Istruttore Supervisore e Formatore equiparati ai rispettivi livelli EQF 4, EQF 5 ed EQF 6

Il numero di richieste pervenute sono state molte di cui: il 25% sono state scartate alla prima richiesta per insussistenza di requisiti e un ulteriore 10% sono state scartate dopo il controllo documentale presentato alla commissione.

Del 65% dei candidati che hanno superato l’iter di pre-valutazione documentale della commissione, il 25% ha deciso di non presentarsi all’esame perchè non si sentiva ancora pronto, optando per la sessione di novembre/dicembre 2022.

Il rimanente 40% si è presentato all’esame, di cui il 26% per il II livello ed il 14% per il I livello.

Tutti hanno superato il test teorico, chi senza dover affrontare l’integrazione orale, perchè ha registrato più del 75% di risposte corrette (quiz da 50 domande, con 4 opzione di risposta) e qualcun’altro dovendo sostenere anche l’esame orale, perchè ha registrato un risultato compreso tra il 60% ed il 74%.

Per quanto riguarda invece la parte pratica, l’esaminatore, un ex istruttore della polizia di stato in quiescenza, ha posto molta attenzione, com’è giusto che sia, sull’aspetto della sicurezza, non solo nel maneggio, ma anche e soprattutto nell’abbigliamento e nella buffetteria, considerando che l’istruttore di tiro professionale sarà poi un professionista che andrà a lavorare con altri professionisti che usano l’arma come strumento di lavoro, secondo quanto definito dal decreto legislativo 81/08 (sicurezza negli ambienti di lavoro).

L’esame non sarebbe stato passato da tutti i presenti. Alcuni di coloro che avevano richiesto il II livello, non sono risultati idonei a riceverlo, ma accettando la riqualificazione ad un livello inferiore l’hanno ottenuta, dimostrando maturità e consapevolezza in merito alle proprie conoscenze, competenze ed abilità.

CANDIDATO

” Ho riscontrato che nulla viene regalato. Purtroppo non sono riuscito nel mio intento, ma penso sia giusto così. Se vuoi veramente ricevere una attestazione di conoscenza, competenza ed abilità, devi dimostrare di meritartela. Mi impegnerò di più per il prossimo esame “