DonnaInDifesa


DonnaInDifesa agire e reagire consapevolmente


Cos’è la violenza contro le donne?

La violenza maschile sulle donne assume molteplici forme e modalità, sebbene la violenza fisica sia la più facile da riconoscere. Non esiste un profilo della donna-tipo che subisce violenza, purtroppo la violenza coinvolge ogni tipo di donna. Oltre cento donne in Italia, ogni anno, vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle. E’ una vera e propria strage. Ai femminicidi si aggiungono violenze quotidiane che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare altre vittime: sono infatti migliaia le donne molestate, perseguitate, aggredite, picchiate, sfregiate. La violenza contro le donne è un fenomeno ampio e diffuso. Secondo dati ISTAT, 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni: il 20,2% ha subìto violenza fsica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri. Sono 652 mila le donne che hanno subìto stupri e 746 mila le vittime di tentati stupri.

Come si manifesta la violenza?

Comprende l’uso di qualsiasi atto guidato dall’intenzione di fare del male o terrorizzare la vittima. Atti riconducibili alla violenza fisica sono: ➢ lancio di oggetti ➢ spintonamento ➢ schiaffi ➢ morsi, calci o pugni ➢ colpire o cercare di colpire con un oggetto ➢ percosse ➢ soffocamento ➢ minaccia od uso di oggetti contundenti o da taglio Tali forme ricorrono nei reati di percosse, lesioni personali, violenza privata, violazione di domicilio o sequestro di persona.

Meccanica della violenza

La violenza più diffusa, al contrario di quanto si pensa, è quella che avviene all’interno delle mura domestiche, ovvero in ambito familiare. La violenza domestica consiste in una serie continua di azioni diverse ma caratterizzate da uno scopo comune: il dominio e controllo da parte di un partner sull’altro, attraverso violenze psicologiche, fisiche, economiche, sessuali. Il meccanismo che meglio definisce le fasi di una condizione di violenza domestica subita da una donna viene chiamato “spirale della violenza” o “ciclo della violenza” ad indicare le modalità attraverso cui l’uomo violento raggiunge il suo scopo di sottomissione della partner facendola sentire incapace, debole, impotente, totalmente dipendente da lui. Le fasi della spirale della violenza possono presentarsi in un crescendo e poi “mescolarsi”. Isolamento, intimidazioni, minacce, ricatto dei figli, aggressioni fisiche e sessuali si avvicendano spesso con una fase di relativa calma, di false riappacificazioni, con l’obiettivo di confondere la donna e indebolirla ulteriormente.

DATI ISTAT

L’istat nel suo rapporto del 2015 ha messo in evidenza quali sono la tipologia di donne maggiormente prese di mira per quanto riguarda le aggressioni. Da tener presente che l’omertà, la paura, il disagio e la vergogna o l’inconsapevolezza, molto spesso non fanno emergere denunce, per cui i dati rilevati potrebbero essere sensibilmente maggiori. 50% di Donne sono divorziate o separate 36,4% si Donne hanno limitazioni fisiche o di salute 40,2% La violenza fisica ha provocato un ferita abbastanza grave 42,5% di Donne sono laureate 40,3% di Donne sono dirigenti o svolgono la libera professione


il corso


OBIETTIVO FORMATIVO
  1. insegnare tecniche semplici ed efficaci di difesa personale, attuabili anche da persone poco sportive e poco agili;
  2. sensibilizzare ad un maggior uso dell’udito, della vista periferica e del tatto, indispensabili per prevenire le aggressioni e quindi evitarle;
  3. sviluppare attenzione e concentrazione sotto stress, per poter agire tempestivamente e con efficacia
  4. insegnare ad analizzare i comportamenti ed attingere il maggior numero di informazioni, sia dal linguaggio del corpo che dai particolari, così da ricordare ed identificare persone e luoghi;
  5. offrire un’opportunità di crescita personale, consapevolezza ed autostima, utili a casa come nel lavoro.
Requisiti di Accesso
Non ci sono requisiti di accesso o limitazioni. Il corso è aperto a tutte le donne comprese tra i 18 ed i 65 anni, in caso di ragazze minorenni è necessaria l’autorizzazione da parte di uno dei genitori o di chi ne ha la custodia.
PROGRAMMA
Il corso si divide in tre livelli: LIVELLO 1 – CORSO BASE Vengono trattati i temi delle distanza di controllo e sicurezza, varie tipologie di colpi, le aggressioni più comuni e tutta la parte relativa all’analisi comportamentale LIVELLO 2 – CORSO INTERMEDIO Verranno riprese le tecniche di base inserendo più velocità, dinamismo e controllo, sia dal punto di vista tecnico che psicologico. LIVELLO 3 – CORSO AVANZATO Si tratteranno tecniche un po’ più complesse, con uso di oggetti da difesa, abbigliamento di uso quotidiano e per quanto riguarda la parte psicologica verrà aumentato il carico di stress percepito.
DOCENTI
I docenti che verranno impiegati saranno gli stessi che presenzieranno alla serata informativa DonnaInDifesa
TITOLO FINALE
Al termine di ogni livello di corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con il relativo  livello raggiunto
DESTINATARI
I destinatari di questo corso possono essere sia donne che desiderano apprendere delle nozioni per curiosità personale, sia donne che si sono trovate o si trovano in situazioni difficili. Nel caso in cui ci fossero dei casi che meritano una maggiore attenzione, a supporto di medici, psicologi, psicoterapeuti ed assistenti sociali, offriamo protocolli di lavoro di gruppo dedicati in cui la riservatezza, la logistica e l’ambiente formativo, saranno l’aspetto fondamentale.
Durata
Ogni ciclo di lezioni ha una durata di 10 ore nelle quali la corsista, in base alle proprie capacità svilupperà. Alla fine di ogni ciclo di lezioni, il docente potrà proporre individualmente ad ogni corsista la possibilità di passare al corso di livello superiore, fino ad arrivare al corso avanzato.
Prova Finale
Le prove finali saranno prese in esame solo per il passaggio tra un livello ed il livello successivo
Sede Formativa
La sede formativa verrà concordata assieme al comune di riferimento, normalmente si utilizza una palestra comunale.
Quota di Partecipazione
La quota di partecipazione è pari a 6 euro per ogni ora di corso presente nel modulo formativo
modalità di iscrizione
Per aderire al corso compila il form di adesione che trovi di seguito

recensioni



È stato entusiasmante. Una bellissima energia ha fatto da contorno a una professionalità unica. Mi é piaciuto trattare argomenti pesanti in modo definito, da osservatrice esterna pur vivendo e facendo in tutto e per tutto. Ho visto parti di me che non conoscevo e sicuramente è stato utile sotto molti punti di vista. Corsi così vanno portati nelle scuole. Se qualcuno mi avesse detto da ragazzina dove ho il diritto di dire di no e di fermare qualcuno che entra “nella mia zona” alcune esperienze sarebbero state diverse o comunque più consapevoli. Grazie a voi e a Elena e vi aspettiamo ancora!

, Luisa - 26 ott

il corso per me è stato magnifico…mi piacerebbe tantissimo poterlo continuare,e soprattutto farlo con Elena perché lei è stata semplicemente fantastica!
Grazie infinite

, Stefania - 27 ott

ISCRIZIONI


Periodicamente, in base alle richieste che ci pervengono dai vari comuni dei territori sui quali siamo presenti, apriamo dei corsi di difesa personale dedicati alle sole donne. Nel form sottostante, nel menù a tendina ” A che corso vuoi partecipare” sono presenti i corsi in fase di avviamento. Le iscrizioni di norma sono a numero chiuso ed hanno una data di scadenza. Per qualsiasi informazione siamo disponibili allo 02 871 588 63 oppure all’indirizzo email formazione@sad-international.com